L’ORIGINE DELLA COMUNITÀ ARBËRESHË

San Demetrio Corone è il più importante centro culturale delle comunità arbëreshe d’Italia.

Nel 1471, con la venuta degli albanesi provenienti dalla città di Corone seguaci del Duca Teodoro Lopes, il borgo prese il nome di San Demetrio Corone.

L’emigrazione albanese in Italia è avvenuta in un arco di tempo che abbraccia circa tre secoli, dalla metà del XV secolo alla metà del secolo XVIII.

La maggior parte delle colonie albanesi furono fondate dopo il 1468, anno della morte dell’ eroe nazionale, Giorgio Castriota Scanderbeg.

I vari nuclei si stanziarono in Puglia, in Calabria e in Sicilia, nei feudi che Scanderbeg e gli altri condottieri albanesi avevano ottenuto dal re di Napoli, Alfonso I d’ Aragona, in cambio dell’ aiuto militare che gli avevano prestato durante le continue lotte contro i baroni locali.

Gli albanesi in Italia fondarono o ripopolarono quasi un centinaio di comunità, la maggior parte delle quali concentrate in Calabria. Qui costituirono colonie di contadini e di soldati alle quali venne data piena autonomia amministrativa.